• Gio. Giu 13th, 2024

Il Popolo d'Italia

Fondato nel 1914 da Benito Mussolini

La scalata del monte Sion – 5a parte.

DiDirezione

Gen 12, 2024

QUINTA PARTE

I protocolli dei Savi di Sion era un falso documentale creato dalla polizia zarista ad inizio ‘900 per far credere che ci fosse una cospirazione ebrea il cui obiettivo era quello di conquistare il mondo.

Due anni più tardi corressero l’interpretazione di ciò che era scritto nel 1988, ovvero che il loro obiettivo era combattere. il sionismo, in quanto movimento di occupazione e di aggressione e non l’ebraismo in quanto credo religioso.

Poi, nel 2017, Hamas pubbica un nuovo documento, più moderato, in cui accetta l’istituzione di uno stato provvisorio della Palestina lungo i confini adottati prima della guerra dei 6 giorni.

Nel 1989 Hamas comincia a colpire degli obiettivi militari israeliani, poi spostò la su attenzione verso i palesitinesi accusati di collabrare con lo stato di Israele.

Negli anni ’90 l’organizzazione comincia a prendere di mira anche i civlli facendo spesso ricorso agli attentati suicidi ed in alcuni casi facendo delle vere e proprie stragi.

Ora andiamo al 1993 a Olso, in Norvegia dove si stanno svolgendo i colloqui segreti. tra l’OLP di Arafat e il laburista Israelian Shimon Peres.

Shimon Perez e Arafat
Yitzhak Rabin

Il tema è quello di una proposta di autonomia per Gaza. Dopo due incontri, il 13 settembre avviene la storica cerimonia a Washington dove Arafat e Yitzhak Rabin, il primo ministro di Israele, firmano una dichiarazione che comprende:

  • il reciproco riconoscimento dell’OLP e dello stato di Israele
  • Il ritiro da Gaza e Jericho
  • il ritiro israeliano da alcuni territori della Cisgiordania entro 5 anni

Grazie a questi accordi definiti “di Oslo” verrà concesso all’OLP di creare una propria amministrazione che si chiamerà ‘ autorità palestinese’ e avrà come presidente Arafat.

Molti palestinesi credevano che gli accordi di Oslo avessero trasformato la leadership dell’OLP in uno strumento dello stato israeliano per sopprimere il suo stesso popolo. Di questi ne beneficiavano una piccola élite, mentre le condizioni di molti palestinesi peggiorarono. (n.d.r.)

Nel 1995 Yitzhak Rabin, il firmatario degli Accordi di Oslo, colui che nel 1992, quando vinse le elezioni politiche contro il Likud promise un accordo di autonomia per i palestinesi viene “casualmente” assassinato da un estremista contrario alla sua politica.

Shimon Perez

Il suo sostituto dovrebbe essere Shimon Perez, colui che aveva mediato la proposta di autonomia per Gaza ma lui decide di andare alle elezioni e far decidere il popolo. Alle elezioni politiche del 196 il suol avversario sarà un certo Benjamin Netanyahu.

SESTA PARTE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *