• Gio. Giu 13th, 2024

Il Popolo d'Italia

Fondato nel 1914 da Benito Mussolini

La scalata del monte Sion – 4a parte.

DiDirezione

Gen 12, 2024

QUARTA PARTE

Benjamin è negli Stati Uniti ma decide di rientrare, trasformerà il dolore personale in un manifesto politico. Fonda il ‘Jonathan Istitute’ dove comincia a tenere degli incontri politici su quello che lui chiama terrorismo palestinese.

Il Presidente Egiziano Anwar Sadat

Nel frattempo, nel settembre del 1978, il presidente egiziano Sadat si recherà a Camp David dove firmerà con Menachem Begin i famosi accordi con Israele.

Menachem Begin

Lo stesso Menachem Begin che nel 1946 fece esplodere l’hotel King David a Gerusalemme considerato all’epoca l’atto terroristico del secolo. Lo stesso che continuava a tenere in parlamento discorsi sulla superiorità della razza, è lo stesso che pochi anni più tardi, nel 1982, quando era a capo del governo, le milizie armate di Ariel Sharon entrarono nel campo profughi di Sabra e Shatila sterminando 1700 civili palestinesi.

Ora saltiamo al 1987, l’anno della prima intifada, è il momento del ritorno di Netanyahu tra le frange politiche del Likud, ma soprattutto è il momento della nascita di Hamas.

Hamas è l’acronimo arabo di “Movimento di Resistenza Islamica”. In estrema sintesi è un’organizzazione che si propone di imporre i principi dell’Islam e di battersi per la libertà della Palestina. Per tale ragione dispone anche di un braccio armato, le brigate “izz al-din al-qassam”, chiamate così in onore di un combattente palestinese degli anni ’20.

Hamas governa più di 2 milioni e mezzo di Palestinesi sulla Striscia di Gaza, e diversi paesi tra cui Regno Unito, Unione europea, Stati Uniti ed Israele hanno designato Hamas come un’organizzazione terroristica.

Le origini di Hamas risalgono al 1967. Dopo la guerra dei 6 giorni, durante l’occupazione e il dominio oppressivo di Israele, sulla Striscia di Gaza, nell’area si diffuse il movimento dei Fratelli Musulmani, un’organizzazione islamista nata in Egitto negli anni venti. Uno dei leader era lo sceicco Ahmed Yassin

Ahmed Yassin

che fondò a Gaza, negli anni ’70 la “Mujama al-islamiy a” centro islamico, ovvero un’organizzazione di assistenza sociale nata come branca palestinese di Fratelli Musulmani.

Nei primi anni il centro non si occupò di politica tant’è che era registrato come organizzazione caritatevole, ma negli anni ’80 tutto cambiò.

Nei territori occupati, il pugno di ferro di Israele, con la costruzione di insediamenti ebraici illegali, con le deportazioni, con le violenze, con gli assasini di civili aveva trovato un fronte unito e i giovani palestinesi esplodono nell’intifada. Il Centro Islamico decide di partecipare alla lotta, a tal fine Yassin e altri dirigenti fondano Hamas, una sorta di ramo militare dei Fratelli musulmani.

La carta costitutiva di Hamas, scritta nel 1988, poi abrogata del 2017, dichiarava che il suo obiettivo era di sollevare la banidera di Allah sopra ogni pollice della Palestina, cioè di cambiare lo stato di Israele con una repubblica islamica. All’articolo 32 lo statuto di Hamas identifica esplicitamente gli intenti sionisti di conquista del mondo con l’immaginaria cospirazione ebraio-massonica dei Protocolli dei Savi di Sion.

QUINTA PARTE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *